Il Parco Nazionale di La Vannoise in estateIl Parco Nazionale di La Vannoise in estate
©Il Parco Nazionale di La Vannoise in estate|Yann ALLEGRE

Scoprire il Parco nazionale della Vanoise

Con le sue montagne imponenti, che superano i 3.000 metri, il Parco Nazionale della Vanoise si distingue per la sua vasta superficie di 535 km2, che comprende numerosi ghiacciai, valli a perdita d’occhio e un’incredibile varietà di flora e fauna.

Un'area incontaminata Tra le alte valli della Tarentaise e della Maurienne

Non c’è collina, lago o paesaggio in Val d’Isère che non valga la pena di vedere.
Qui ogni cima è un punto d’incontro.

La Val d’Isère permette di entrare in uno spazio naturale totalmente incontaminato. Gli animali e i fiori sono più numerosi; potrete avvicinarvi a marmotte e stambecchi. È probabile vedere qualche camoscio o un’aquila reale in pieno volo. Passerete accanto a ghiacciai, valli verdeggianti, fiumi, laghi e cascate.

Quest’area protetta tra le alte valli della Tarentaise e della Maurienne è un sogno che diventa realtà per gli escursionisti e gli alpinisti.

Cifre chiave Il Parco Nazionale della Vanoise è :

– Un’area di 535 km2 nel cuore del parco

– 400 km di sentieri pedonali segnalati

– 5 riserve naturali nelle vicinanze del Parco

– 1400 specie vegetali, di cui 65 specie protette

– 40 rifugi

– La più grande colonia di stambecchi in Francia

Il primo Parco Nazionale di Francia creato nel 1963

Il Parc National de la Vanoise è un vero e proprio “diamante verde” nel cuore della Savoia. Primo Parco Nazionale di Francia, creato nel 1963 in risposta alla quasi scomparsa dello stambecco dalle Alpi, e seguendo l’esempio italiano della creazione della Riserva Reale del Gran Paradiso nel 1856 (e gemellato dal 1972), forma la più grande area protetta dell’Europa occidentale, con una superficie di 1.250 km2, con la massima conservazione: fauna, flora e mondo minerale. Quest’area ospita una prodigiosa ricchezza e diversità di specie, sia di fauna che di flora, grazie alla varietà di ambienti, esposizioni e suoli. Un’area di infinita scoperta e meraviglia!

Nato per proteggere la natura, il Parco ha oggi come missione principale la salvaguardia dei suoi paesaggi, della diversità delle specie vegetali e animali e del suo patrimonio culturale.

I suoi rifugi per trascorrere una notte insolita

Per scoprire il Parco, prendetevi il tempo necessario e trascorrete una notte in un rifugio o fermatevi per un pasto o un drink. In questo modo potrete immergervi nel paesaggio, condividere il tempo con la famiglia e gli amici e incontrare i guardiani dei rifugi. Oltre a offrirvi alloggio e cibo, il guardiano si occuperà anche della vostra sicurezza in montagna. La maggior parte dei rifugi è presidiata in estate, mentre alcuni sono presidiati in primavera per gli sciatori e gli appassionati di ciaspole. Non esitate a fare domande al guardiano prima di partire o quando arrivate al rifugio: è un alpinista esperto che saprà consigliarvi e parlarvi di una vasta gamma di argomenti.

Sulla strada per o dalla Val d’Isère, troverete due rifugi nel Parco Nazionale della Vanoise:

I suoi animali vi imbatterete in

La ricchezza faunistica del Parco Nazionale della Vanoise è innegabile. Ecco alcuni degli animali che vivono nel Parco:

Si trovano selvaggina come cervi, caprioli, camosci e stambecchi, roditori come la lepre variabile, che cambia colore a seconda delle stagioni, la marmotta e varie arvicole, tra cui l’arvicola delle nevi e il topo di campagna dal collare.

Potrete anche avvistare volpi, tassi, martore, donnole, ermellini, pipistrelli e insettivori come il toporagno d’acqua.

Alzate poi lo sguardo per vedere una delle 125 specie di uccelli che nidificano nella Vanoise. Tra queste, l’aquila reale, il crociere, il merlo, la civetta di Tengmalm, il pigliamosche nero, la civetta capogrosso, il merlo di roccia, il gallo cedrone, la pernice di roccia, la pernice bianca di roccia, il picchio nero, il picchio tridattilo (presente solo in Savoia e Alta Savoia in Francia) e il tricodromo.

La sua flora bellezza mozzafiato

Dal rosa del rododendro al blu del cardo alpino o dalla genziana al bianco della stella alpina, aprite gli occhi e rimarrete stupiti.

Nel 2014 sono state registrate 5.000 specie di piante nella Francia continentale. Il massiccio della Vanoise ospita 1.700 specie – un terzo della flora francese – in meno dello 0,5% del territorio nazionale! Questa eccezionale diversità si spiega con la varietà di ambienti presenti, legata alla forte variazione di temperatura in funzione dell’altitudine, alla gamma di esposizioni e alle marcate differenze nella composizione chimica delle rocce e dei suoli.

Volete saperne di più sulle piante commestibili? Seguite Franck in una passeggiata e lasciatevi sorprendere dal numero di piante e fiori commestibili presenti nella zona! Prenoto questa gita.

❄️Saison inverno: dal 2 dicembre 2023 al 5 maggio 2024 ☀️Saison estate: dal 29 giugno al 1° settembre 2024
Publicité PlayStation
Chiudere