Vecchia immagine, gli inizi dello sci in Val d'IsèreVecchia immagine, gli inizi dello sci in Val d'Isère
©Vecchia immagine, gli inizi dello sci in Val d'Isère|Val d'Isère Tourisme

I nostri campioni Il nostro orgoglio e la nostra gioia

Dal 1906, quando Louis Bonnevie divenne campione di Francia, la storia della località si intrecciò con quella dei grandi nomi dello sci. Henri Oreiller, Jean-Claude Killy, Marielle e Christine Goitschel hanno vinto 19 volte l’oro ai campionati maggiori. Oggi, Victor Muffat-Jeandet e Clément Noël rappresentano il club sportivo della Val d’Isère in tutto il mondo.

Il Club Sportivo di Val d’Isère è una vera e propria istituzione nella stazione di Avalanche: sebbene Val d’Isère sia diventata una stazione sciistica nel 1934, lo sci club è stato creato nel 1935. È stato fondato da Charles DIEBOLD, originario dell’Alsazia. Attualmente è il club più decorato al mondo, grazie a una serie di campioni eccezionali. Scoprite i campioni che fanno e hanno fatto parte della Val d’Isère.

I nostri campioni che hanno lasciato il loro segno nella Val d'Isère

Henri Oreiller (1925-1962) Primo campione olimpico francese di sci

Primo campione olimpico francese di sci (due medaglie d’oro a Saint-Moritz in discesa e in combinata), soprannominato il “discendente pazzo”. Morì al volante della sua Ferrari sul circuito di Linas nel 1962.

Henri Oreiller è sempre stato uno sciatore audace e da bambino e adolescente si allenava da solo in Val d’Isère. È stato campione della Savoia e poi campione di Francia. Rimase sempre molto legato al villaggio della sua infanzia, inviando cartoline ad ogni gara all’Abbé Charvin, il parroco del villaggio, a Charles Diebold e al dottor Frédéric Petri, che era presidente del club sportivo e sindaco del comune, e che spesso lo portava a correre con la sua Bugatti. Il 20 dicembre 1956 sposò Gisèle Léger, originaria di Voiron in Val-d’Isère.

Firmin Mattis (nato nel 1929) Il primo nome di una lunga lista di vincitori

Nel 1955 vince il Critérium de la Première Neige in slalom. Negli anni ’60 diventa allenatore del Club des Sports, condividendo la sua passione con le sorelle Goitschel e Jean-Claude Killy.

È stato il primo ad aggiungere il suo nome alla lunga lista di vincitori di slalom. Figlio di un agricoltore locale, entrò nel vortice delle competizioni internazionali senza che la sua famiglia si fosse preparata:

“Per i miei genitori lo sci era solo un modo per spostarsi. Abitavamo a Le Fornet e loro mettevano gli sci per andare a messa la domenica e basta! Non sciavano nemmeno durante il giorno per divertirsi. Potete immaginare che quando andavo in viaggio, in Svezia o altrove, pensavano che fosse una cosa enorme e si preoccupavano molto. Mia madre mi metteva sempre delle briciole di pane in tasca. Prima, nel giorno di Sant’Antonio, si benedicevano i cavalli e il pane, e io ne avevo sempre un po’ in tasca. Mi portava fortuna perché non mi sono mai fatto male seriamente.

Paule Moris (nato nel 1932) Uno dei primi istruttori ESF

Ha partecipato ai Campionati del Mondo di Åre (Svezia) nel 1954 e ai Giochi Olimpici di Cortina d’Ampezzo (Italia) nel 1956. È stata una delle prime donne a diventare istruttrice della Scuola di sci francese.

Jean-Claude Killy (Nato nel 1943) Campione leggendario

Campione leggendario, ha vinto tre titoli olimpici ai Giochi di Grenoble del 1968. La sua eccezionale carriera è stata riconosciuta ai massimi livelli: ha partecipato all’organizzazione dei Giochi Olimpici di Albertville del 1992 ed è stato membro del CIO per 19 anni.

Nato a Saint-Cloud, nulla predestinava Jean-Claude Killy a diventare uno sciatore di alto livello. Nel 1946, a soli 3 anni, arrivò in Val d’Isère con la famiglia e mise il suo primo paio di sci. Appassionato di sport, durante l’infanzia pratica diverse discipline, prima di specializzarsi nello sci. All’età di 16 anni, viene individuato come giovane sciatore promettente dalla Federazione Francese di Sci e poi selezionato da Honoré Bonnet per la squadra nazionale francese.

Decise di smettere di gareggiare dopo aver vinto la sua terza medaglia d’oro ai Giochi Olimpici di Grenoble del 1968. Fu la fine della sua prima vita. Divenne uno dei primi sportivi a vendere la propria immagine per promuovere grandi marchi internazionali. È stato anche pilota, partecipando alla 24 Ore di Le Mans, attore cinematografico e, infine, capo del suo marchio di abbigliamento da sci. Un grande uomo dalle mille sfaccettature.

Nel 1981, in collaborazione con Michel Barnier, ha accettato la sfida di organizzare le Olimpiadi invernali ad Albertville. È un ritorno alle origini attraverso la porta olimpica e una nuova dimensione aggiunta alle sue qualità di grande uomo. Dopo le Olimpiadi del 1992, che hanno rivelato le sue capacità di organizzatore e manager, Jean-Claude Killy ha trascorso 9 anni come presidente di ASO, la società che organizza il Tour de France e la Parigi Dakar. È stato anche chiamato a far parte del consiglio di amministrazione di prestigiose multinazionali come Coca-Cola e Rolex.
Dal 1995, Jean-Claude Killy è uno dei 115 membri del Comitato Olimpico Internazionale. All’interno del CIO, ha presieduto le Commissioni di coordinamento per i Giochi di Torino 2006 e Sochi 2014.

Christine Goitschel (nata nel 1944) Campione olimpico

Campionessa olimpica di slalom ai Giochi Olimpici di Innsbruck del 1964 e medaglia d’argento nello slalom gigante. Insieme alla sorella Marielle, anch’essa premiata, hanno scritto la “leggenda Goitschel”. La più giovane delle sorelle Goitschel, Patricia, è stata anche campionessa francese di slalom junior nel 1964, mentre il nipote di Patricia, Philippe Goitschel, è un grande campione di sci di velocità.

Marielle Goitschel (nata nel 1945) Due volte campione olimpico

Due volte campionessa olimpica nel 1964 e nel 1968 e detentrice di sette titoli mondiali, rimane una delle sciatrici di maggior successo di tutti i tempi.

In soli sei anni (dal 1962 al 1968), Marielle Goitschel ha costruito il record più impressionante nella storia dello sci alpino femminile francese. La coppia formata con la sorella maggiore Christine ha lasciato il segno nello sci alpino francese e nei Giochi Olimpici di Innsbruck del 1964 con una doppietta Christine-Marielle Goitschel nello slalom, seguita da un’altra doppietta Marielle-Christine Goitschel nello slalom gigante. Dopo le Olimpiadi di Grenoble, a soli 23 anni, decise di porre fine alla sua carriera.

Patrice Bianchi (nato nel 1969) Campione di Francia nel 1992

È stato incoronato campione francese nel 1992 e ha partecipato a diverse Coppe del Mondo negli anni ’90 (vincendo due volte lo slalom nel 1992 e nel 1993).

Mathieu Bozzetto (Nato nel 1973) Vincitore di due importanti Globi di Cristallo

È uno dei migliori snowboarder di velocità del suo tempo, vincitore di due Crystal Globes nel 1999 e nel 2000. Ha partecipato a quattro Olimpiadi e cinque Campionati del Mondo e ha vinto la medaglia di bronzo ai Giochi Olimpici di Vancouver 2010.

Ingrid Jacquemod (nata nel 1978) Campione francese in tutti gli eventi

Precoce, si è distinta nelle competizioni fin dalla più tenera età. È stata incoronata campionessa francese in ogni disciplina, tranne lo slalom, e ha partecipato a tre Olimpiadi e sei Campionati del Mondo.

Audrey Peltier (nata nel 1981)

Selezionata per la squadra nazionale francese dal 1997 al 2007, ha partecipato a numerose competizioni internazionali.

Anémone Marmottan (nato nel 1988)

È entrata a far parte della squadra nazionale francese nel 2006. Ha partecipato ai Giochi Olimpici di Vancouver (Canada) nel 2010 ed è entrata nella Top 10 mondiale nella stagione 2010-2011. Si è classificata seconda nel gigante di Åre (Svezia) nel 2014, conquistando il suo primo podio in Coppa del Mondo. Si è ritirata da questo sport nel maggio 2016.

Ambasciatori Club degli sport

Anne-Lise Rousset (nata nel 1988) Ambasciatore del resort

A 33 anni, Anne-Lise Rousset è un’atleta di trail e veterinaria. È arrivata seconda alla Transvulcania 2019, terza alla Maratona dell’Olimpo nel 2019 e ha stabilito il record femminile alla Traversée des Aravis nel 2020.

Nel 2022, Anne-Lise è entrata nella storia del trail stabilendo un nuovo record per la leggendaria traversata del GR20 in 35 ore e 50 minuti.

Victor Muffat-Jeandet (nato nel 1989) Medaglia di bronzo nella supercombinata ai Giochi olimpici

Ha partecipato al suo primo evento di Coppa del Mondo nel 2009, nello slalom gigante, e ha ottenuto i suoi primi podi in Coppa del Mondo nel 2015. Nella stagione 2016 è salito sul podio quattro volte. Ai Giochi Olimpici del 2018 a Pyeongchang, Victor ha vinto una medaglia di bronzo nella supercombinata. Ha vinto la sua prima Coppa del Mondo nella stessa disciplina nella supercombinata di Wengen nel gennaio 2018.

Clément Noël (nato nel 1997) Medaglia d'oro olimpica alle Olimpiadi di Pechino 2022

È originario di Ménil, nei Vosgi. Si è unito al Club Sportivo Val d’Isère per la stagione 2012-2013. Ha debuttato in Coppa Europa nel 2014 al Super Géant di Val d’Isère. Seguendo la sua progressione esponenziale, ha scalato i ranghi e ha partecipato alla sua prima Coppa del Mondo nel novembre 2016. Ha ottenuto i suoi primi punti in Coppa del Mondo al Critérium de la 1ère neige nel dicembre 2017, classificandosi al 20° posto. Dopo essersi qualificato per i Giochi Olimpici di Pyeongchang, si è classificato quarto nello slalom, a 4 centesimi dalla medaglia di bronzo. Ai Giochi di Pechino del 2022 è diventato il terzo campione olimpico francese di slalom dopo Jean-Claude Killy nel 1968 e Jean-Pierre Vidal nel 2002.

Noël magistral en deuxième manche : son slalom qui vaut de l'or | Slalom | JO 2022
Noël magistral en deuxième manche : son slalom qui vaut de l'or | Slalom | JO 2022
Noël magistral en deuxième manche : son slalom qui vaut de l'or | Slalom | JO 2022

Cavalieri locali che probabilmente incontrerete lungo il cammino

Lucie Paltz (Nata nel 1986) Ambasciatore del resort

Lucie è una giornalista freelance e una sportiva cresciuta tra le montagne della Val d’Isère. È un’appassionata di snowboard e sci, con una passione particolare per il freeride e lo splitboard. D’estate scende in pista con la sua mountain bike nel nostro Bike Park per riscoprire le sensazioni di libertà e di scivolamento! Ci accompagna nella sua vita quotidiana attraverso i suoi scritti, i suoi video e le sue foto.

Léo Taillefer (nato nel 1989) Ambasciatore del resort

Freerider, ha vinto il concorso GoPro “Line of the Winter” nel 2015 e nel 2016. I suoi filmati con la telecamera a bordo sono spettacolari e spaziano dallo speedriding e dallo sci nella neve polverosa della Val d’Isère alle discese notturne con le lampade frontali in piccoli canaloni e tra le rocce. È un ambasciatore del resort e viaggia in tutto il mondo per filmare le sue avventure.

Val d'Isère In tutte le sue sfaccettature

La Val d’Isère vuole mantenere il suo spirito autentico e pionieristico e farvi vivere la vera esperienza della montagna.

❄️Saison inverno: dal 2 dicembre 2023 al 5 maggio 2024 ☀️Saison estate: dal 29 giugno al 1° settembre 2024
Publicité PlayStation
Chiudere